Agenzia delle Entrate. Risposta n. 108 del 20 gennaio 2023. Stabile organizzazione in Italia di una banca estera: quando è possibile nominare un rappresentante fiscale

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la risposta a interpello n. 108 del 20 gennaio 2023 in tema di adempimenti a carico della stabile organizzazione in Italia di una banca estera nella particolare ipotesi in cui la stabile svolga in Italia un'attività di deposito e custodia di titoli dematerializzati azionari e obbligazionari.

 

 

L'Agenzia chiarisce che solo qualora la stabile organizzazione non svolga in Italia attività di custodia titoli per le quali la stessa assume il ruolo di sostituto di imposta, la casa madre non residente può nominare un rappresentante fiscale circoscrivendo l'ambito del mandato alle specifiche attività di custodia. Diversamente, qualora la stabile organizzazione svolga in Italia l'attività di custodia titoli per la quale la stessa assume il ruolo di sostituto di imposta la stessa deve svolgere tale ruolo anche per conto della casa madre