Dichiarazione relativa all’imposta sostitutiva sui finanziamenti. Software di compilazione e controllo

Banche e altri enti interessati

Dopo il modello approvato con provvedimento dello scorso 23 novembre 2017 sul sito dell’Agenzia delle entrate sono stati pubblicati anche i software di compilazione e controllo della dichiarazione relativa all’imposta sostitutiva sui finanziamenti. Banche e altri enti interessati hanno quattro mesi di tempo dalla chiusura dell’esercizio per presentare, esclusivamente per via telematica, il modello con le informazioni riguardanti le operazioni effettuate nel corso dell’esercizio stesso. Il format serve anche per la liquidazione dell’imposta dovuta a saldo per il periodo di riferimento della dichiarazione e per la determinazione dell’acconto dovuto per l’esercizio successivo.

I pacchetti informatici, come il modello creato ad hoc, sono conseguenti alle nuove modalità di invio previste dall’articolo 20 del Dpr 601/1973, come modificato dall’articolo 7-quater, del Dl 193/2016.
Ricordiamo, infine, che l’adempimento può essere eseguito direttamente dagli operatori individuati dalla norma (articoli 15 e 16 del Dpr 601/1973) o dagli intermediari abilitati.

Fonte Agenzia delle Entrate